Contattaci
Disponibilità aule
News
Newsletter
Concerti
 


Cooperazione

Mobilità docenti

Modulistica mobilità docenti

Mobilità studenti

Modulistica mobilità studenti

Contatti


Home  >  P.Erasmus

Mobilità docenti

Programma Erasmus
Erasmus promuove la mobilità internazionale per attività didattica e di formazione non solo dei docenti, ma anche del personale amministrativo degli Istituti di Istruzione Superiore eleggibili e del personale di impresa.
Requisito fondamentale degli Istituti è l'assegnazione dell'EUC (Erasmus University Charter) da parte della Commissione Europea.

In particolare le attività previste sono:

  • Mobilità docenti e personale di impresa per attività didattica (STA)
  •  Mobilità docenti e altro staff per formazione (STT)

Mobilità docenti
Partecipazione al programma Erasmus
A decorrere dalla data di affissione del presente bando, sono aperti i termini per la presentazione, da parte dei docenti, delle candidature finalizzate alla realizzazione di scambi didattici con l’Istituzione partner per l’a. 2010/11, nell’ambito del Programma comunitario LLP- Erasmus.
Alla mobilità possono candidarsi tutti i docenti dell’Istituto; alla stessa potranno però effettivamente partecipare soltanto coloro che permarranno in servizio presso il medesimo Istituto durante l’anno accademico 2010/11.

Obiettivi
 Nel contesto del programma comunitario LLP- Erasmus, la realizzazione dell’azione sottesa alla mobilità docenti consente di:

  • offrire agli insegnanti occasioni di aggiornamento e di crescita professionale;
  •  stimolare gli istituti ad ampliare ed arricchire la gamma ed i contenuti dei loro corsi;
  • permettere agli studenti che non possono partecipare direttamente alla mobilità di beneficiare di conoscenze e competenze dei docenti di altri Paesi europei;
  •  consolidare i legami tra le istituzioni di Paesi diversi;
  • promuovere lo scambio di competenze e di esperienze sulle metodologie didattiche.

Presentazione delle candidature
Il docente interessato a svolgere un periodo di docenza all’estero nel contesto del citato programma dovrà presentare, entro il termine del 05 Marzo 2010, presso la segreteria dell’Istituto,
 una proposta scritta di candidatura contenente le indicazioni dell’Istituto partner prescelto, se unico, ovvero degli Istituti partner per i quali intende concorrere.
Il termine di cui al precedente paragrafo è da considerarsi perentorio.
 
La proposta di cui sopra dovrà, in ogni caso, essere corredata dai seguenti allegati:

  1. dichiarazione concernente la lingua straniera conosciuta ed il relativo livello di conoscenza;
  2. Curriculum vitae;
  3. Modulo Work Programme che dovrà contenere le seguenti informazioni: progetto didattico da sottoporre all’Istituto ospitante, dal quale deve evincersi chiaramente se le attività proposte si configurino quali lezioni teoriche e/o pratiche, quali attività laboratoriali o, piuttosto, quali seminari, conferenze od altro.

Dal progetto deve inoltre risultare una descrizione generale dell’argomento che si intende trattare all’estero, e le modalità di svolgimento delle lezioni (es. numero di ore di attività, particolari modalità di svolgimento delle stesse, eventuali proiezioni di audiovisivi o di supporti multimediali ecc.).

Il docente dovrà altresì evidenziare l’eventuale necessità di utilizzare attrezzature particolari e/o materiali specifici che l’Istituto ospitante dovrà procurare o di cui dovrà dotare gli studenti, per il buon esito dell’iniziativa. Le lezioni dovranno svolgersi in lingua locale o in lingua inglese .
Gli allegati di cui sopra dovranno essere depositati, pena la decadenza dal diritto a partecipare alla selezione, non oltre il termine ultimo fissato per la presentazione delle candidature.
Selezione

Le candidature pervenute entro il termine perentorio del 5 marzo 2010, complete degli allegati previsti, saranno esaminate da una Commissione presieduta dal Direttore, o da un suo delegato, e composta dal Coordinatore Erasmus e da un ulteriore docente designato dalla Direzione.

Ai fini della selezione, la commissione valuterà, in collaborazione con le istituzioni estere oggetto della richiesta, la validità delle proposte secondo i seguenti criteri:

  • coerenza della proposta con l’orientamento e l’ordinamento didattico dell’Istituto estero;
  • grado di conoscenza della lingua del Paese richiesto, o della lingua inglese.

Nel contesto della selezione si riconoscerà priorità alle richieste di mobilità:

  • che garantiscano la produzione di nuovo materiale didattico;
  • che consentano di ampliare i rapporti con nuove istituzioni e di preparare futuri progetti di cooperazione, nonché ulteriori flussi in favore degli studenti, fra le istituzioni coinvolte;
  • che consentano di consolidare e di ampliare rapporti già esistenti con le istituzioni partners.

Al termine della valutazione delle domande presentate, la Commissione stila la graduatoria delle idoneità.
Il docente selezionato per un flusso di mobilità, ove rientri nel contingente delle disponibilità effettive, sarà tenuto a sottoscrivere, prima della partenza, un impegno con l’Istituto che conterrà le previsioni di reciproco impegno al rispetto delle condizioni che disciplinano la mobilità.
Egli dovrà inoltre concordare, il periodo durante il quale preferisce realizzare la mobilità, con la Direzione e con il Coordinatore Erasmus, il quale provvederà a formalizzare le necessarie comunicazioni all’Istituzione estera cointeressata.
Il docente dovrà contattare il responsabile dell’accoglienza presso l’Istituto ospitante per il reperimento di un alloggio e preoccuparsi della prenotazione del mezzo di trasporto a lui più congeniale.

Al rientro nell’Istituto di appartenenza egli dovrà depositare la documentazione originale di seguito descritta:

  1. tutti i giustificativi in originale che attestino le spese sostenute durante il soggiorno (compreso il biglietto del viaggio);
  2. certificazione rilasciata dall’Istituzione ospitante dalla quale devono chiaramente risultare il numero dei giorni e delle ore di docenza;
  3. relazione individuale, da compilare sul modello allegato al contratto sottoscritto con la direzione.                                                                                                                    

In caso di sopravvenuta impossibilità a realizzare la mobilità, il docente dovrà darne immediata comunicazione alla Direzione, dichiarando sotto personale responsabilità (e su richiesta, documentando) le ragioni che hanno impedito la realizzazione della mobilità.  In ogni caso, la mancata realizzazione della mobilità, così come la mancata ottemperanza degli obblighi previsti e sottoscritti con l’Istituto comportano, ove sia già intervenuta l’attribuzione della borsa, ovvero del finanziamento, la restituzione integrale della somma ricevuta.

Allo scopo di rendere edotti i docenti interessati alla presentazione delle candidature dei dati cognitivi necessari, si rappresenta quanto segue:

  • il numero dei docenti che potranno svolgere il relativo periodo di mobilità all’estero sarà reso noto allorché l’Agenzia Nazionale divulgherà il piano di riparto dei finanziamenti relativo all’anno accademico di riferimento;
  • l’incarico di docenza all’estero, che deve essere concluso indifferibilmente entro il 30.10.10, ha di norma la durata di una settimana. Una settimana è, infatti, il periodo minimo di soggiorno all’estero per i docenti in mobilità Erasmus (5 giorni lavorativi, esclusi il sabato e la domenica).

E’ possibile accorciare tale termine minimo purché vengano effettuate almeno 8 ore di lezione di corsi regolari, integrati nei programmi di studio dell’Istituzione ospitante.
Ogni flusso di mobilità è sostenuto con un finanziamento comunitario forfetario per un massimo di € 900,00.
Il citato importo, una volta determinato , si identifica nel finanziamento massimo che la Commissione della Comunità Europea riconnette al singolo flusso di mobilità docenti, esso pertanto, non può essere implementato in ragione di una maggiore durata del periodo di permanenza all’estero. Di contro, tale importo viene corrisposto nella sua totalità soltanto nel caso in cui, avuto riguardo al sistema di rimborso prescelto dal docente in mobilità ed alla durata del soggiorno, risultino giustificate spese per un importo non inferiore alla borsa stessa.

Clausola finale
L’efficacia del presente avviso, così come tutti gli atti conseguenti, resta condizionato al numero delle mensilità accordate all’Istituto Musicale “G. Briccialdi” da parte della Agenzia Nazionale LLP-Erasmus e soltanto in seguito all’approvazione di eleggibilità dell’Istituto per l’anno accademico 2010/11 dagli organi competenti della Comunità Europea.

Docente responsabile  delle attività Erasmus: Prof. Fabio Ciofini

 
 
 
   
 


Mappa del sito
| Credits
© 2009 Istituto Superiore di Studi Musicali G. Briccialdi di Terni